Archivi tag: Zoe Microfestival

Buon 2013

Il 2012 è stato un anno molto impegnativo per noi, fatto di “altissimi” e “bassissimi”.

Tra gli altissimi mettiamo i bellissimi feedback dagli addetti del settore, le interviste, certi particolari concerti ed i tanti momenti di famiglia che abbiamo vissuto assieme.

I bassissimi sono stati i momenti di crisi, l’uscita di Marco prima e del Franz poi, il ritrovarsi con un album appena pubblicato in mano e mezza formazione out, per di più con tanti punti interrogativi in testa e per finire alla grande l’incendio con la relativa inagibilità dello stabile dove abbiamo la nostra sala prove…

Un’aforisma di Nietzsche recita: “Quello che non mi uccide, mi fortifica.”

Ci siamo guardati dentro per capire se e come ripartire. Il caso ha voluto che il nostro amico Paolo Carburi di L.I.M.A. (grazie ancora) ci ha segnalato the Doctor, Marco Rossi. E siamo ripartiti dalle radici, anche grazie a lui. Abbiamo ripreso a fare cover come dei quindicenni, per capire da dove veniamo. Abbiamo messo da parte tutto, buono o cattivo, i dispiaceri ed i bei ricordi. Abbiamo ripreso a fare rock’n’roll per noi, solo per noi. Ci siamo ritrovati. Ed allora ci auguriamo di esserlo sempre di più nel prossimo anno. Assieme a tutti coloro con i quali abbiamo scambiato una birra prima, dopo e durante i concerti che siamo riusciti a fare in mezzo alla tempesta.

Auguroni per un 2013, esattamente come sognate che sia.

Lascia un commento

Archiviato in Diario

Appassionatamente Zoe’!

Come un flashback torniamo indietro di qualche settimana per raccontarvi brevemente il nostro ZOE’ FESTIVAL.

Che dire?! Stupendo! Viverlo da dentro è ancora più bello. L’intimità del Tempietto, con dietro la bellissima scultura di Giacomo Del Monte che vedete qui di seguito, è stata perfetta e per com’è si è creata ora dopo ora la serata.

Purtroppo il poco tempo non ha permesso di fare il soundcheck, che è stato invece seguito dai bravissimi Windom Earle. Il festival lentamente si popola e la musica inizia ad avvolgere il parco. Poco dopo le 23 tocca a noi. Come dicevamo, l’ambiente del palco tempietto è intimo ed è perfetto per noi. Scaletta senza tanti fronzoli ed il concerto scorre via velocemente, troppo velocemente. Ci sentiamo avvolti da amici, curiosi, alberi, e luci soffuse che rendono il parco magico. Ci divertiamo un mondo ma purtroppo dobbiamo lasciare il palco ai fantastici ed eclettici Windom Earle che consigliamo vivamente.

Noi ci gustiamo la festa assieme alle nostre famiglie ed a tarda notte ci ritiriamo con un bel sorriso in volto.

Grazie Zoe’! 😀

Lascia un commento

Archiviato in Concerti, Diario

Fare o non fare non c’è da provare

Questo è il bellissimo motto del prossimo ZOE’ MICROFESTIVAL! Azzeccatissimo con i tempi in cui viviamo, quindi lo sentiamo molto vicino.

credits – hotmilk®garage_pesaro

Saranno infatti 4 giorni molto intensi in cui Pesaro, nella bellissima location degli Orti Giuli “addobbata” ad hoc per l’occasione, ospiterà tantissimi artisti.

4 giorni 
4 palchi
una cittadella artistica
3 spazi-nonspazi: SPAZIO|PALCO, FARE|EXPO, SPAZIO|FARE
Concerti, djset, ballo, installazioni, esposizioni, laboratori, mangiare, bere. 
c’è tutto

L’associazione ZOE’ è una bellissima realtà che Pesaro può vantare e che Pesaro come città deve supportare. E’ onere ed un onore. Deve. In un mondo come quello di oggi, perle come ZOE’ che tra le varie caratteristiche, è sensibile all’impatto zero, al commercio attraverso G.A.S. (Gruppi Acquisto Solidale), alla trasparenza dei bilanci, alla cultura biologica su filiera corta , vanno coccolate.

Invitiamo tutti i nostri amici a leggere attentamente la “Carta dei valori“.

Se poi, malauguratamente non ve ne frega nulla dei valori, possiamo confermarvi che la location è davvero bellissima, ed il programma è pieno di eventi interessanti.

questo link trovate il programma dei 4 palchi e dei 3 spazi-nonspazi ;-).

Come dicemmo in occasione della scorsa edizione, il nostro rapporto con lo ZOE’ è stato sofferto.

Avevamo avuto l’invito per ben due anni di seguito ed abbiamo dovuto dare forfait con il cuore spezzato. Ora vogliamo recuperare e non vediamo l’ora.

La zona del festival dove suoneremo è il Palco Tempietto, il nostro preferito in quanto molto suggestivo. E’ posizionato sulla base del piccolo tempio neoclassico posto sul secondo livello del parco.

In attesa del 13 Luglio prossimo, vi segnaliamo questo video che stuzzicherà ancora di più la curiosità…

Non sappiamo come dirvelo.

Siamo letteralmente orgogliosi di poterci essere.

Lascia un commento

Archiviato in Concerti

Zoe Microfestival 2011

Dalle info sul profilo facebook di Zoe Microfestival riportiamo:

Una festa per tutti ma dedicata soprattutto a quei ragazzi, più di trecento, che in questi ultimi tre anni hanno lavorato alla costruzione di una rete di eventi e di opportunità in collaborazione con gli Enti Pubblici ed il Privato Sociale che sfocia ogni anno nella realizzazione dello ZOEMICROFESTIVAL in luglio, presso gli Orti Giuli di Pesaro.
Un percorso nato dalla volontà di partecipazione e di impegno sociale che ha trovato, durante il suo cammino, sostenitori importanti e tanto entusiasmo.
Rilanciare il tema della cittadinanza attiva partendo dall’analisi delle potenzialità e dalla volontà di fare e non dalla convinzione che vi siano pochi spazi ed opportunità, è la scintilla che anima la collaborazione con l’Ambito Territoriale Sociale n.1 di Pesaro.
Zoemicrofestival è un evento non solo musicale ma culturale in genere, una sorta di laboratorio sperimentale, una fucina di idee e divertimento, creatività, confronto.
Artisti/e, musicisti/e, attori/trici, rappresentanti di associazioni di volontariato ed operatori/trici del sociale, donne, uomini, persone, cittadini/e, ognuno con una idea da proporre, un’opera da mostrare, una realtà da testimoniare, un tempo per partecipare. Questo è zoe!
Nel coraggio di lasciarsi andare alla conoscenza e curiosità risiede la scintilla che accende nuovi significati, crea connessioni e coinvolge culture altre da noi. Nel processo dell’incontrarsi si generano idee prima sconosciute, non ancora attualizzate, che improvvisamente prendono la forma di una sintesi tra i partecipanti.
Ciò che si è idealizzato trova il proprio contenitore nelle nuove possibilità nate dall’incontro tra più mondi vitali. Le attività e le iniziative che si realizzano, rappresentano la concretizzazione di una sinergia generatrice di energia.

Aggiungiamo che si respira una bellissima aria.

Varie forme d’arte espresse in un’unica location, gli Orti Giuli di Pesaro, un parco intimo che sembra nato appositamente per eventi del genere.

Queste sono le sensazioni che si colgono vivendo l’evento.

Come band, anche quest’anno, per la secondo volta di fila abbiamo dovuto rinunciare con molto rammarico al cortesissimo invito fatto dagli organizzatori.

Eravamo molto onorati di poter suonare sul palco dello Zoe Microfestival, ma l’impegno per le registrazioni  del nostro primo album non ci danno scampo.

Troveremo però sicuramente il tempo per andare a trovare i ragazzi dello Zoe e gustarci gli spettacoli che offre il festival quest’anno 😉

Vivamente consigliato a tutti!

1 Commento

Archiviato in Notizie