Archivi tag: Noemi Bicchiarelli

Il rock nostrano – Noemi Bicchiarelli

Mentre la TV propone continuamente format di bassissimo contenuto culturale lasciando alla musica uno spazio marginale a discapito dell’immagine, la nostra cara amica Noemi Bicchiarelli ha deciso di focalizzare il suo progetto universitario sulla scena musicale delle nostre zone.

***

La musica è la prima forma d’arte creata dall’uomo. Oggi con l’affermarsi delle radio e delle televisioni commerciali, la musica perde il suo valore originale e diventa intrattenimento. Esplode il fenomeno dei talent show e delle tribute band e, tra i generi musicali imposti dalle case discografiche e i locali che preferiscono dare voce alle band con artisti già affermati, lo spazio per chi ha qualcosa da dire e da raccontare si riduce a pochi coraggiosi e squattrinati artisti che ancora credono che la musica sia comunicazione pura. E allora l’autenticità diventa valore indispensabile e prezioso e la si trova in tutti quegli artisti e musicisti che pur con sacrifici e problemi, si ostinano a utilizzare la musica per parlare dei sogni, dei valori e per raccontare il territorio in cui vivono, le loro vere radici. Questo fanno gli oltre 40 gruppi musicali della provincia di Pesaro-Urbino.

***

All’interno della presentazione audio del seguente link troverete i contributi del nostro Alessio, Max di Canebianco, Giovanni di Sciampagn e Ghianda, John Morgana, Prof. Stefano Leoni (musicologo), Ernesto Assante (critico musicale, La Repubblica e L’Espresso) ed alcuni amici.

http://ifg.uniurb.it/network/noemibicchiarelli/

Brava Noemi!!! 😉

 

1 Commento

Archiviato in Collaborazioni, Interviste, Notizie

Ecco com’è andato lo showcase

La data del 3 Dicembre curata a 360° da Incerimonia, mirava a portare sullo stesso palco i due progetti più “alternative” del suo “roster”.

Una serata quindi per presentare Point Break ed Alphabetagamma.

Entrambi, in previsione dell’uscita dei rispettivi album, hanno deciso di cogliere l’opportunità per  fare del concerto uno showcase.  Suonare cioè interamente ed in anteprima gli album tutti d’un fiato.

Questi erano i “buoni” propositi ma veniamo al report 😉

Carichiamo la strumentazione e ci portiamo Skelly che nel live verrà posizionato accuratamente nell’asta della batteria di Andrea.

Assieme a Christian, Teto e Giacomo degli Alphabetagamma posizioniamo il backline per poi fare il soundcheck.

Dopo i primi 3 accordi vediamo il terrore negli occhi di Michele del Dylan 😀

Il volume degli strumenti è pazzesco. Ok, abbassiamo… Come sempre è difficile settare i volumi in un locale completamente vuoto. C’affidiamo all’istinto (sigh).

Assistiamo poi al soundcheck degli Alphabetagamma che suoneranno prima di noi per poi piazzarci in una bella tavolata per cenare ma soprattutto crepare dalle risate.

Eggià, Alessio e Stefano con l’ausilio di Marco, sono i presentatori di una sfida tra i colossi della barzelletta, Christian e Tommaso.

Il materiale video è in mano ai nostri avvocati per valutare la possibilità di pubblicarne almeno uno stralcio 😀 Piegati in due dalle risate chiudiamo la cena con un intenso brindisi a base di mojito che si vendicherà poco più tardi…

C’è chi dice che sia diventata la bevanda ufficiale per acclamazione, soprattutto da parte di Tommy che nell’attesa dell’inizio dei live si dedica alle P.R., fermando tutti i presenti (proprio tutti tutti) contagiandoli col virus della risata. Epocale.

Max (Canebianco ed Incerimonia) prende il microfono invitando anche Alessio sul palco a presentarci mentre gli Alphabetagammae sono pronti per iniziare il loro set.

Il locale è pieno ed i nostri amici Alphabetagamma nonostante siano solamente in tre, scatenano una potenza di fuoco devastante.

Mentre assistiamo al concerto sentiamo una voce familiare alle nostre spalle, ci giriamo e vediamo Federico Ciavarini, nostro ex bassista, che ci ha voluto onorare con la sua presenza. E’ stato bellissimo rivederlo dopo tanto tempo.

Grazie Fedy, un grosso augurio per tutto 😉

Alphabetagamma termina il concerto ed iniziamo subito il cambio palco.

Si parte con Gigante, pezzo in cui tiriamo fuori tutto lo stoner che abbiamo in noi grazie all’uso di tre chitarre. Manteniamo questo setup per quattro canzoni. Paradossalmente, è stato più semplice per noi  suonare questi pezzi nonostante i molti strumenti attivi sul palco che il resto della setlist in cui eravamo “solo” con due chitarre/basso/batteria. La voglia di salire sul palco e suonare ci ha tirato un brutto scherzo, ma andiamo avanti nonostante sul palco sembrava di essere in un hangar…

Nonostante tutto ci divertiamo, e cerchiamo di farlo arrivare anche al pubblico presente che è molto attento. Intravediamo molti amici che non vedevamo da tempo, la cosa ci lusinga a dismisura.

Non è da tutti i giorni vedere così tanta gente che spende un sabato sera per ascoltare non uno, ma ben due gruppi che propongono solo musica propria, senza strizzare nemmeno un secondo l’occhio per un accenno di una cover più o meno blasonata.

Siamo onorati e ringraziamo tutti i presenti, uno ad uno. Dal cuore.

Un ringraziamento speciale va poi a Noemi Bicchiarelli per il supporto d’ufficio stampa che ha realizzato per la serata.

Grazie mille a tutti i presenti ed a tutti coloro che avrebbero voluto esserci.

Ora, nell’attesa di veder pubblicato l’album ed organizzare il release party, cercheremo di suonare il più possibile compatibilmente ad alcuni nostri impegni personali.

3 commenti

Archiviato in Concerti, Diario