Archivi tag: Canebianco

Urbania Flashback

Nella scorsa estate il nostro Tom assieme a Max dei Canebianco ha trascorso un po’ di tempo a Il cinisco, una bellissima area attrezzata di cui abbiamo tanto sentito parlare e che presto visiteremo tutt’assieme.

Questo posto che dalle loro parole sembra davvero magico, si trova ai piedi di Frontone, un micro borgo popolato da poco più di 1000 anime, che sia in estate che in inverno riserva interessanti attività e che dona un relax unico.

Bene, in questo scenario Tom e Max hanno conosciuto una bellissima coppia inglese, Aaron e Tessa. Li abbiamo incontrati anche assieme, ci siamo bevuti qualche birra assieme ed instaurato un’intensa amicizia.

Entrambi amanti della fotografia hanno colto l’occasione del live con i nostri amici Swordfish Project per farci delle bellissime foto che abbiamo parzialmente pubblicato sulla nostra pagina di Facebook e che trovate ai seguente link.

Aaron

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151320736564410.505389.38157744409&type=1&l=fe076ae5f4

Tessa

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151322056434410.505559.38157744409&type=1&l=2cf8d491dc

Con questo post vogliamo pubblicamente ringraziarli nell’attesa di rivederli al più presto ;-).

Un grosso abbraccione da parte di tutta la famiglia Point Break.

Lascia un commento

Archiviato in Concerti, Diario

Grazie Enoteca!

Essere ospiti di Andrea è qualcosa speciale.  A dire il vero lo avevamo già capito con i concerti visti presso il suo locale e dopo la chiacchierata avuta in occasione dell’Indietiamo quest’estate.

Desideriamo infatti ricordare che di lì ne sono passati tanti di artisti, dai più blasonati No Braino, Pino Scotto, Nicolò Carnesi, Enrico Capuano, Roberto Dell’Era (Afterhours, etc..), Marco Parente, Giorgio Canali (C.S.I, etc…), Tre Allegri Ragazzi Morti etc fino ai gruppi emergenti. Ma non solo, è stata anche sede di selezioni per Italia Wave! E’ quindi importante per noi e per gruppi come il nostro dimostrare attraverso lo straordinario lavoro di Andrea Bartoccini che è possibile portare avanti certi progetti, sia a livello di locali che di band.

Con questa premessa il resto è contorno, ma fino ad un certo punto. Tenevamo davvero tanto a questa data che abbiamo portato sul palco un po’ degli accessori che abbiamo in sala prove. Un paio di lampade e qualche tappeto per rendere il più accogliente possibile il nostro live e crediamo che il risultato sia stato raggiunto.

Accanto a questo abbiamo poi inserito nella setlist anche qualche cover, cosa che non facevamo da anni.

Il merito va in gran parte a Marco Rossi, new entry della nostra line-up!

Marco subentra al Franz il quale ha deciso per motivi personali di non seguirci in quest’avventura. Noi lo ringraziamo di cuore per il pezzo di strada assieme augurandogli a lui ed alla sua bellissima famiglia il meglio dalla vita ;-).

Marco, che abbiamo conosciuto grazie a Paolo Carburi di L.I.M.A., è riuscito in pochissime prove ad calarsi nei dieci pezzi di A FUOCO e da quel che ci hanno riportato i presenti, è entrato a pieno nelle corde della sezione ritmica! 🙂

Un’altra bellissima nota che desideriamo sottolineare è stato (ri)vedere tra il pubblico gli amici  Swordfish Project, Canebianco, Sciampagn e Ghianda, linfa vitale di Incerimonia che si sta prodigando nella promozione di band locali in tutto il nostro territorio e non solo.

Che altro dire… l’Enoteca di Lunano è popolata ed animata da gente sana che ama divertirsi con la musica live, e che nonostante i nostri impegni familiari, è riuscita a trattenerci fino alle 5 di mattina tra risate, detti popolari e brindisi alla salute di tutti i presenti :D.

Andrea ne sa qualcosa…

Queste sono realtà che devono essere protette. E’ bene tenerlo sempre a mente.

Noi torniamo a suonare live sabato sera 20/10/2012  presso La Cantinetta di Porto Verde assieme a tante altre interessantissime band. La scaletta non è ancora definita… 

Lascia un commento

Archiviato in Band, Concerti, Diario, Famiglia

Il rock nostrano – Noemi Bicchiarelli

Mentre la TV propone continuamente format di bassissimo contenuto culturale lasciando alla musica uno spazio marginale a discapito dell’immagine, la nostra cara amica Noemi Bicchiarelli ha deciso di focalizzare il suo progetto universitario sulla scena musicale delle nostre zone.

***

La musica è la prima forma d’arte creata dall’uomo. Oggi con l’affermarsi delle radio e delle televisioni commerciali, la musica perde il suo valore originale e diventa intrattenimento. Esplode il fenomeno dei talent show e delle tribute band e, tra i generi musicali imposti dalle case discografiche e i locali che preferiscono dare voce alle band con artisti già affermati, lo spazio per chi ha qualcosa da dire e da raccontare si riduce a pochi coraggiosi e squattrinati artisti che ancora credono che la musica sia comunicazione pura. E allora l’autenticità diventa valore indispensabile e prezioso e la si trova in tutti quegli artisti e musicisti che pur con sacrifici e problemi, si ostinano a utilizzare la musica per parlare dei sogni, dei valori e per raccontare il territorio in cui vivono, le loro vere radici. Questo fanno gli oltre 40 gruppi musicali della provincia di Pesaro-Urbino.

***

All’interno della presentazione audio del seguente link troverete i contributi del nostro Alessio, Max di Canebianco, Giovanni di Sciampagn e Ghianda, John Morgana, Prof. Stefano Leoni (musicologo), Ernesto Assante (critico musicale, La Repubblica e L’Espresso) ed alcuni amici.

http://ifg.uniurb.it/network/noemibicchiarelli/

Brava Noemi!!! 😉

 

1 Commento

Archiviato in Collaborazioni, Interviste, Notizie